Via Antonio Gramsci, 46 25015 Desenzano del Garda BS
+39.327.7103028
info@lamaisonboutique.it
Prenota ora
Chi siamo
Home > Chi siamo

La Boutique  Bed and Breakfast

2011

airbnb-casa-esternaIl B&B nasce dalle nostre due camerette un po’ per gioco e un po’ per necessità, infatti si doveva sistemare una casa che ormai da qualche anno nessuno più abitava.
La casa, la prima costruita al di là di via Gramsci, quando il nonno Gualberto decise di costruirla, nel 1955,
era la classica villetta di quei tempi, linee essenziali e con un bel giardino attorno.

Federica, sistemò la casa con tutta la sua passione e il suo stile, fino a quando un bel giorno avviò la nuova attività.
Cosi cominciò passo dopo passo a strutturarsi il nostro Bed and Breakfast

Federica comincia ad arredare con gusto le camere e grazie a mobili ricercati, antichi e ristrutturati, dandogli le sembianze di boutique alla quale si richiama.

Il papa Franco consigliò di accompagnare gli ospiti nel Bed and Breakfast come quando inviti gli amici a casa tua, gli offri il meglio di te, dalle lenzuola ricamate e più belle che possiedi, ad un pasto prelibato; ecco il ragionamento è il medesimo.

In questo modo comincio a farsi apprezzare dai primi ospiti, ecco una delle prime recensioni che siamo orgogliosi di riportare:

“In Una Parola …… applausi !!! ”
Hai tutto … appena entri e rimani colpito da tutto quello che ti circonda, eleganza, raffinatezza, pulizia, non si può spiegare perché lo devi VEDERE! poi ti Accoglie Federica, sorridente, solare, superdisponibile, le stanze sono una cosa che quando entri non ci credi che passano essere così belle …. sei a 50mt dal Lungo Lago, perciò accedi a tutto, locali, negozi, ristoranti, taxi . Rientro notturno come se fossi a casa tua, quindi senza limiti .. ti piace la colazione ??? io non vedevo l’ora di scendere x farla .

Non solo italiani!
Gli ospiti del Bed and Breakfast sono anche Tedeschi, Francesi, Inglesi e anche Russi che, tra l’altro, rimasero cosi soddisfatti che addirittura un anno dopo ci mandarono una coppia di amici direttamente dalla Russia dicendogli:” vai in Italia? si. Bene, vai a Desenzano e andate al B&B La Boutique” .
Anche perché Federica come poi dirà una recensione “Ogni dettaglio è curato dalla signora Federica che veramente ne sa una più del diavolo…”

Programma ora la tua vacanza da sogno!

EFFETTUA LA PRENOTAZIONE

2012

02Finito il primo anno di lavoro Federica capì che la dura fatica aveva già dato dei frutti cosi ricominciò a girare nei mercatini e con il suo buon fiuto completò tutto l’arredamento della casa, comprando come dice Alberto, i vecchi mobili del nonno che nessuno vuole, sapendo già come sarebbero diventati, “ridipinti e ristrutturati” nel suo stile che nasce provenzale con lo stile però di Federica.

Con l’aumentare del lavoro è stato coinvolto anche il figlio Alberto, che gestisce sapientemente la parte amministrativa e burocratica.
Durante questa seconda estate e secondo anno, notò che le sue camere erano sempre occupate e la gente che era già stata ospite facendo un passaparola continuo portava continuamente amici e questo portava Federica a dover dire di no a ospiti ormai diventati parte della casa.
Così a fine estate il nonno Franco cominciò ad osservare il giardino, e per qualche giorno ” contava i passi”, all’età di 84 anni , ma con la mente di un ventenne imprenditore sussurrò “qui hai bisogno di camere in più, e qui nel giardino possiamo farle”.
Federica e il suo staff Famigliare con i bilanci positivi di due estati convinse il marito Ettore e riuscì a portarlo da un architetto per capire se i passi nel giardino del nonno potevano diventare realtà.
Federica dopo una attenta ricerca di un costruttore che aveva già costruito case in stile provenzale trovo colui che ancora oggi definiamo come Scultore.
Andrea, “Scultore e Architetto”, chiese alla mamma un paio di incontri per avere una risposta a due fondamentali domande: “quale è il tuo sogno, cosa vuoi che diventi la tua casa?”, e cosi dopo poco tempo ci presentò un progetto molto dettagliato della casa trasformandolo poco tempo dopo nella realtà di oggi.

2013

A novembre quando cominciò il cantiere, giorno dopo giorno il nonno verificò che “i suoi passi venissero costruiti” facendo compagnia alla mamma bevendo un caffè seduti al freddo sui sacchi di cemento mentre il marito Ettore era costantemente in contatto con il progettista, il costruttore e lo scultore per cercare di far quadrare i conti.

2014

Arrivati ad aprile le camere internamente cominciavano a prendere forma cosi, Federica e i suoi baldi giovani Alberto e Filippo presero in mano il pennello e cominciarono a dare un aspetto alle camere, finita una , lavavano i pennelli e dopo avevano già in spalle letti , materassi e armadi .
Cosi mentre uno con il trapano in mano sistemava i dettagli l’altro ricominciava con il pennello.

E cosi arrivammo a giugno che Federica aveva le sue camere pronte ma il cantiere esternamente aveva ancora grossi ritardi.
L’unica cosa che poteva fare era pensare ad un nuovo nome e cosi grazie al feeling che ha sempre avuto con i suoi ospiti come dicono già le opinioni dei clienti nei primi anni

Decise di Chiamarlo il Bed and Breakfast Delle Favole.
Cosi finalmente agli inizio di luglio tra un problema di condizionatore e qualche contatore che troppe volte saltava e la valigia come armadio, cominciammo a lavorare subito a pieno ritmo in apnea fino alla fine di ottobre.
Ad ottobre quando durante la settimana si riusciva a respirare arrivò il giardiniere per ultimare finalmente anche il giardino e Federica decise di far ripiantare La Mimosa che era stata l’origine di tutta la Storia.

 

esterno1 (4)